Warning: Declaration of YOOtheme\Theme\Wordpress\MenuWalker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/crisidel/public_html/wp-content/themes/yootheme/vendor/yootheme/theme/platforms/wordpress/src/Wordpress/MenuWalker.php on line 8

Come Ho Influenzato Maurizio Marchesini(FIGC) ed I Centri Federali Territoriali – CFT

I Centri Federali Territoriali – CFT.

Questo breve articolo nasce, non per dare voce all’iniziativa (della quale potete approfondire direttamente sul sito ufficiale della federazione https://www.figc.it/it/giovani/sviluppo/centri-federali-territoriali/programma-cft/ ) ma per fare chiarezza circa una questione.

Maurizio Marchesini è il responsabile tecnico Nazionale del progetto. Si occupa in prima persona, (affiancato da uno staff all’interno del quale brilla Mattia Modonutti) di ideare e tracciare il percorso del progetto.

Gianpiero Persichetti è invece il responsabile organizzativo.

Maurizio è stato il mio primo vero contatto in Italia da quando ho iniziato a lavorare su queste tematiche, ha creduto in me e mi ha provato a portare in Federazione, tra le altre cose mi propose come ruolo di ricercatore ed innovatore con compito di girare in Europa per capire la direzione del calcio europeo (un po quello che faccio oggi per conto mio come ricercatore indipendente). Peccato che la FIGC non accettò, lui purtroppo non mi fece entrare in pianta stabile con un ruolo attivo nel suo staff  e tutto è andato a scemare. Non mi vedevano come una reale risorsa? Mi consideravano più scomodo che utile? Non ho risposte a queste domande.

Il mio rapporto con i CFT non è mai realmente sbocciato, come avrete capito, ma il mio contributo ha portato in loro un cambiamento di visione non indifferente e questa è una bella cosa.

Leggiamo questa parte di intervento del responsabile M.Marchesini: ” Più difficile individuare il ‘talento’ in un’età in cui lo sviluppo fisico gioca ancora un ruolo determinante, un fenomeno come Kevin De Bruyne a 18 anni ancora non era stato riconosciuto come tale e questo perché era ancora indietro dal punto di vista fisico. Il nostro compito è fare in modo che anche i ragazzi più piccoli fisicamente possano essere seguiti nel migliore dei modi e continuare così a inseguire il loro sogno”. ( https://www.figc.it/media/74532/09-01-2019-centri-federali-territoriali-dai-cft-alla-maglia-azzurra-il-programma-della-figc-ha-aperto-a-tanti-ragazzi-le-porte-della-nazionale.pdf )

La frase riportata in grassetto è decisamente farina del mio sacco.

Mi rende orgoglioso non c’è dubbio, non vedermi mai citato e mai preso in reale considerazione dal mio movimento, invece, questo fa male, non posso nasconderlo, soprattutto perché sarebbe ora di svelare la realtà italiana per quella che è realmente e non soltanto far venire a galla le cose positive.

Non voglio smettere di portare avanti il mio lavoro anche se l’esperienza a contatto diretto con la FIGC sgs, fino ad oggi non mi ha permesso di iniziare ad apportare in prima persona un contributo al cambiamento.

Il settore giovanile e scolastico, così come i CFT hanno a più ripreso usufruito e preso spunto dalle mie idee e conoscenze.

La forza che mi contraddistingue, ci tengo a sottolinearlo, sta nel non avere delle idee statiche e dei concetti fissi, ma una continua voglia di imparare ed innovare che mi porta e porterà sempre a creare contatti esteri e riflessioni continue che lo dico umilmente, tendono però spesso a trovarsi quanto meno, un passo avanti alla realtà calcistica giovanile italiana.

Continuo il mio viaggio consapevole che le giornate passate tra confronti e momenti di attiva formazione e simil-consulenze (anche per mia inesperienza non trasformate in qualcosa di più) allo Staff Nazionale dei Centri Federali Territoriali CFT ed al settore giovanile scolastico, hanno e stanno contribuendo a cambiare anche se in piccola percentuale, la visione del calcio giovanile in Italia. Mi rimbocco le maniche e continuo il mio percorso.

Ci sono novità alle porte? si! sto lavorando ad una presentazione per un incontro importante (il termine importante è riduttivo). Se andrà in porto ne parlerò immediatamente sul blog.

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *